Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Morrone nuovo mister della Berretti del Sassuolo: Amo Parma ma non mi sentivo più coinvolto
Morrone

Il suo addio nelle settimane scorse aveva destato stupore e malcontento allo stesso tempo (clicca qui). Ma ora per Stefano Morrone, ex capitano del Parma e successivamente tecnico delle formazioni Allievi e Berretti (dal 2015 al 2017), è arrivata una ghiotta opportunità lavorativa. Sarà lui il nuovo allenatore della Berretti del Sassuolo. Dove ritroverà il responsabile del settore giovanile Francesco Palmieri, che già aveva conosciuto al Parma prima del fallimento dei crociati. Il tecnico cosentino, dunque, dopo il rifiuto di tornare con gli Allievi del Parma e l’addio al sodalizio gialloblù, ha trovato ben presto un’altra panchina su cui sedere. Una sistemazione, tra l’altro, geograficamente piuttosto vicina, che gli consentirà di rimanere legato ancora al territorio parmigiano, dove la sua famiglia si è radicata ormai da anni. Morrone ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da neroverde al sito canalesassuolo.it (clicca qui), soffermandosi anche sulle ragioni che lo hanno spinto a ritenere concluso il ciclo con il Parma Calcio 1913.

«In questi due anni sono cresciuto come allenatore. Siamo partiti da un Parma ridotto in macerie dopo il fallimento e siamo arrivati in Serie B. Giorno dopo giorno siamo cresciuti e migliorati insieme. Ho deciso di cambiare perché ci sono state un paio di situazioni che non mi vedevano più coinvolto in quello che era il mio percorso. Mi è stato proposto di allenare gli Allievi Nazionali, ma non percepivo più la possibilità di poter continuare a crescere e migliorare in un ambiente nel quale non mi sentivo più me stesso. Avevo voglia di misurarmi con un nuovo contesto per poter continuare a crescere. Quando c‘è stata la possibilità di venire a Sassuolo l‘ho colta al volo. A Parma ho comunque vissuto due anni meravigliosi che mi hanno dato la possibilità d‘iniziare un nuovo percorso. Sono legato alla città e al club, ma nel calcio le cose cambiano e bisogna fare delle scelte. Quando ho deciso di lasciare, avevo pensato di fermarmi per partecipare al Master, poi c‘è stata la chiamata del Sassuolo e non ho potuto rifiutare. In neroverde ho ritrovato la stima morale e professionale di cui avevo bisogno per continuare a fare questo lavoro».

 

(In copertina Stefano Morrone e Francesco Palmieri – Foto sassuolocalcio.it)

L'articolo Morrone nuovo mister della Berretti del Sassuolo: “Amo Parma, ma non mi sentivo più coinvolto” è condiviso da SportParma.