Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘AVERSA: Creato tanto risultato giusto. GRASSADONIA: L‘arbitro non mi è piaciuto
D’AVERSA:

Le dichiarazioni post partita di Parma-Pro Vercelli (3-0) direttamente dalla sala stampa dello stadio Tardini.

 

D’AVERSA: “Credo che numeri alla mano per le occasioni create il risultato sia giusto. Nel primo tempo si è sofferto ma si è anche creato molto. Grassadonia si è lamentato degli arbitri? Non credo che il risultato sia da imputare alle decisioni arbitrali e la cosa comincia a dare fastidio, perché se noi scegliamo sugli arbitri la politica del silenzio, questo non deve far sentire gli altri autorizzati a tirar fuori situazioni anche dopo una vittoria così netta. Quando giochiamo in casa chiaro che gli spazi sono minori quindi la squadra viene per chiudersi.
Siamo stati bravi e ci sono state varie occasioni per arrotondare, se analizziamo il possesso è un po‘ più a favore loro quindi abbiamo creato tanto ed è importante in un campionato di Serie B dove più che il bel gioco conta l‘essere cinici. Inoltre non abbiamo subito gol e i risultati si fanno con le migliori difese, se si guarda cosa accade in Italia in generale.
Frediani meritava l’esordio per come interpreta l‘allenamento durante la settimana, già ho letto sentenze sul mercato di gennaio e su alcuni giocatori, ma stiamo facendo qualcosa di importante e non si deve guardare solo quel che si fa in partita ma anche al lavoro settimanale; mi ritengo fortunato per come i ragazzi interpretano gli allenamenti, dove c‘è molta intensità, e questo è merito di tutti i ragazzi, anche quelli che stanno trovando meno spazio come Dezi e Siligardi, cioè giocatori che in settimana hanno già ricevuto sentenze e a me questo non piace.
I ragazzi stanno facendo qualcosa di importante considerate le assenze che abbiamo e lo dico proprio per evidenziare ancora di più il lavoro di chi sta giocando”.

FREDIANI: “Sono contento, perché era da tanto che aspettavo questo momento. Sono felice, perché mi è stata data questa opportunità. Poi c‘è stato anche l‘assist che ho fatto per il gol di Corapi. E‘ una doppia gioia. Mi godo questo momento insieme ai miei compagni, che mi sono stati sempre vicino e che mi sostengono. Oggi siamo stati poco fortunati in alcune circostanze nel primo tempo, concluso sullo 0-0. Penso all‘occasione di Scavone, che non c‘è arrivato per un pelo, o al tiro rimpallato da Di Gaudio. Sono state circostanze in cui potevamo concretizzare, ma è difficile realizzarle sempre tutte. Siamo stati bravi successivamente a trovare la via del vantaggio e, poi, a trovare gli altri due gol”.

GRASSADONIA: “Risultato pesante, dopo un buon primo tempo e un’espulsione che ha cambiato la gara. Abbiamo preso due gol ravvicinati e tutto è diventato più difficile. Non mi è piaciuta assolutamente la direzione della gara: troppi cartellini gialli. Troppi e a senso unico. E’ una sconfitta che brucia. L’espulsione? I due giocatori erano spalla a spalla, è stato un contrasto. Non era un’occasione da gol, Baraye non era davanti al portiere. Capisco che siamo a Parma, contro il Parma, ma noi siamo la Pro Vercelli e pretendiamo rispetto. E poi non ho ancora capito perché a noi è stato annullato il primo gol. Non voglio minimizzare la vittoria degli avversari, però l’espulsione non ci sta. Noi siamo venuti qua a giocarci la partita, a viso aperto, quindi ci sta che il Parma si abbassa per ripartire in contropiede come ha fatto oggi”.

L'articolo D’AVERSA: “Creato tanto, risultato giusto”. GRASSADONIA: “L’arbitro non mi è piaciuto” รจ condiviso da SportParma.