Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2020/21CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2019/2020 2018/2019 2017/2018 2016/2017 2015/2016 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘AVERSA: Parola d‘ordine coraggio. Sono tornato perché credo nella salvezza

Carico, concentrato e con il sangue che ribolle nelle vene. Roberto D’Aversa cerca la prima vittoria da quando è tornato sulla panchina del Parma. La vittoria di ieri del Torino a Cagliari ha appesantito ulteriormente la situazione di classifica, ma indipendentemente da questo il tecnico sa benissimo che domani contro l’Udinese conta solo vincere, in qualunque modo e a qualunque costo.

Il tecnico ha parlato all’ora di pranzo nella sala stampa dello stadio Tardini, dopo aver fatto assistere i giornalisti all’allenamento di rifinitura (leggi qui). C’eravamo anche noi di Sportparma, ecco i concetti principali espressi dal tecnico e in fondo il video integrale:

“Io credo che sia un discorso generico e non solo un problema degli attaccanti. In questo momento penso non si vada a concludere o a mettere in difficoltà l‘avversario con la giusta determinazione e la giusta cattiveria.
La differenza la fanno l‘aspetto mentale, la voglia di vincere il duello con l‘avversario, la voglia di sapere che i tre punti sono fondamentali visto che siamo penultimi in classifica. Sportivamente parlando è una questione di vita o di morte. L‘aspetto fisico è importante, sta migliorando, ma quello che conta di più è l‘aspetto mentale”.

“Bisogna giocare con coraggio. In questa settimana il termine principale, il concetto principale, è stato quello di andare in campo con coraggio. Perché ci sono calciatori forti, penso di avere una rosa di calciatori forti e non lo dico perché devo autoconvincermi o convincere i ragazzi: lo dico perché lo penso veramente. La maggior parte dei giocatori c‘era già l‘anno scorso, alcuni sono partiti dal percorso della Lega Pro quindi immaginiamoci che fiducia posso avere in questi ragazzi”.

“Se D‘Aversa non fosse voluto tornare, non sarebbe tornato. Così come ha avuto altre possibilità di andare ad allenare altre squadre e non sono andato. Il fatto che sia tornato è perché sono convinto di salvare la squadra e sono convinto di salvare i quattro anni di lavoro che ho dedicato a questo club. Ho mille difetti ma sotto l‘aspetto professionale e sotto l‘aspetto umano chiedo scusa ma nessuno - sotto questi punti di vista - può insegnarmi niente”.

LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI ROBERTO D’AVERSA

 

L'articolo D’AVERSA: «Parola d’ordine coraggio. Sono tornato perché credo nella salvezza» proviene da SportParma.