Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2019/20CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Contro l‘Atalanta D‘Aversa fa 150: Motivo di grande orgoglio

Al termine dell’allenamento pomeridiano a Collecchio, Roberto D’Aversa ha parlato ai canali ufficiali del club in vista della gara di domani al Tardini contro l’Atalanta. Per lui sarà la panchina crociata numero 150.

INFORTUNATI: “Grassi non si è allenato, così come Hernani. Inglese ha avuto dei problemi e solo con lui proveremo domani per vedere se può essere disponibile o meno. Grassi ed Hernani non sono a disposizione”.

GLI STIMOLI: “sì, credo di sì perché domani dovremo avere la voglia per affrontare una delle migliori squadre del campionato. Affronteremo una squadra che ha la possibilità di andare avanti anche in Champions League e quindi, nonostante magari possa sembrare che dal nome che arrivi una squadra provinciale, invece non lo è. L‘Atalanta in questi anni è cresciuta molto e credo che sia una squadra ed una società da prendere come esempio, partendo dal Settore Giovanile stanno facendo cose importanti e sono riusciti a costruire un qualcosa di bello”.

PANCHINA 150: “Per me è una soddisfazione a livello personale, perché dopo Nevio Scala sono l‘allenatore che ha fatto più panchine in campionato con questo club ed è un motivo di grande orgoglio. E‘ un numero di panchine nel quale si sono incanalati risultati importanti, ovviamente non paragonabili a quelli di Nevio Scala. Il fatto di essere arrivato quando eravamo in Lega Pro e avere adesso la possibilità di chiudere potenzialmente a 52 punti nel secondo anno di Serie A, che storicamente insieme al primo anno è il più difficile per le neo-promosse, è un motivo di orgoglio”.

L’ATALANTA: “Le insidie sono la forza di questo gruppo. L‘Atalanta è la squadra che ha fatto più gol in Serie A, la squadra che ha fatto più punti nel girone di ritorno, una squadra che indipendentemente dal fatto di essere in casa o in trasferta adotta un sistema che ti fa giocare poco perché fanno tutte scalate in avanti, ti aggrediscono e attaccano in avanti. E‘ una squadra che sotto il punto di vista fisico ti può creare delle difficoltà. Domani servirà stare bene mentalmente, e noi arriviamo da due risultati positivi quindi può essere uno stimolo in più, ma soprattutto a livello fisico perché ci sarà un dispendio energetico non indifferente. Sta a noi rendergli la vita un po‘ difficile e fare un risultato che magari in questo momento è impensabile. Il bello del calcio è questo: non sempre il verdetto del campo rispetta i pronostici del pre-gara”.

 

L'articolo Contro l’Atalanta D’Aversa fa 150: «Motivo di grande orgoglio» proviene da SportParma.