Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
PAGELLE: Alves e Bastoni annullano Icardi ma non basta
PAGELLE:

Le pagelle di Parma-Inter: i gialloblù disputano un grande primo tempo colpendo una traversa con Gervinho, poi nella ripresa viene fuori il maggiore tasso tecnico dell’Inter che coincide con un calo generale del Parma.

 

SEPE 6 Decisivo in uscita su Perisic e Nainggolan, e su un paio di tiri da fuori area (meno impegnativi), ma nulla può sulla bomba scagliata in porta da L.Martinez che vale l‘1-0.

IACOPONI 6 Coperture degli spazi impeccabile, contiene lo rare sfuriate di Perisic e dà una mano importante in area sui tanti cross provenienti dalle fasce.

B.ALVES 6 Si divide con Bastoni la marcatura di Icardi e i risultati sono ottimi perché l‘attaccante argentino è rimasto a secco. Il calo fisico nella ripresa di tutta la squadra complica tutto.

BASTONI 6 Si fa trovare sempre al posto giusto e nel momento giusto. Buona visione di gioco. Icardi non lo supera mai, se non all‘89‘ con un dribbling al limite dell‘area.

GAGLIOLO 6 Tiene la posizione, contrasta e lotta. Sbaglia molti passaggi e quando nella ripresa l‘Inter alza i ritmi va in difficoltà.

KUCKA 6 Abbina aggressività e visione di gioco: recupera e difende decine di palloni, affonda diversi colpi. Un lavoro logorante e infatti nella ripresa finisce la benzina.
(38‘ st) Sprocati ng.

SCOZZARELLA 6 Gestione della partita impeccabile, con la palla tra i piedi sa sempre cosa fare.
(32‘ st) Stulac ng.

BARILLA‘ 6 Tampona le discese di D‘Ambrosio, pressa e chiude gli spazi dove agisce Vecino; un lavoro dispendioso che gli toglie lucidità in fase offensiva dove è quasi nullo.

GERVINHO 6 Un primo tempo da tarantolato, scatta, dribbla, tira e colpisce una traversa. Nel secondo tempo si eclissa, un po‘ perché non gli arrivano rifornimenti e un po‘ perché non salta più l‘uomo.

INGLESE 5.5 Vita dura con De Vrij e Skriniar, anche e soprattutto sulle palle alte. Si costruisce due buone occasioni ma la mira è imprecisa. La squadra lo supporta poco.

SILIGARDI 5 Si accende a sprazzi e non è costante. Raramente dialoga con gli altri due compagni di reparto, Inglese e Gervinho.
(13‘ st) Biabiany 5.5 Non influisce e non dà vivacità all‘attacco.

ALL. D‘AVERSA 5,5 La squadra spende molto nel primo tempo con un pressing alto e asfissiante, che paga a caro prezzo nella ripresa, quando l‘Inter si impadronisce del campo e della partita.

INTER: Handanovic 6; D‘Ambrosio 6, De Vrij 6.5, Skriniar 6.5, Asamoah 6; Vecino 6, Brozovic 6; Joao Mario 5.5 (32′ st L.Martínez 7), Nainggolan 6 (43′ st Gagliardini ng.); Perisic 6; Icardi 5 (48′ st Cedric). All. Spalletti 6.5