Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2020/21CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2019/2020 2018/2019 2017/2018 2016/2017 2015/2016 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘AVERSA: Carattere e errori. Kurtic: La responsabilità è nostra

Il pareggio di Benevento (2-2) è un’altra occasione sprecata per il Parma, il quale resta stabilmente ancorato al penultimo posto in classifica.

A fine gara sono stati D’Aversa e Kurtic a commentare il 2-2 del “Vigorito”. Parole di rammarico ma la fiammella resta accesa, malgrado un’altra giornata sia passata, senza tre punti.

D’AVERSA: “Per quanto visto in campo, nonostante un primo tempo non buono, anche per merito del Benevento, abbiamo meritato il pareggio e forse avremmo meritato qualcosa in più. Purtroppo le situazioni su palla inattiva ci stanno costando troppi punti.
Nel primo tempo siamo stati troppo lenti, nella ripresa ho cambiato qualcosa, proprio per sopperire alle difficoltà su punizioni e corner; abbiamo cambiato le marcature e gli atteggiamenti. Poi sul 2-1 un’altra squadra si sarebbe demoralizzata; sotto questo aspetto i ragazzi hanno dimostrato che non mollano mai. Peccato per il gol annullato a Gagliolo nel nostro momento migliore, ma non voglio commentare la scelta arbitrale, non cambierebbe la decisione.
A volte chi è entrato in corso d‘opera non è riuscito ad incidere, oggi c‘è maggiore partecipazione e tutti sanno che possono essere fondamentali per alimentare le speranze di salvezza. Ora testa alla prossima gara col Milan, ci portiamo via una prestazione di carattere e personalità, soprattutto nel secondo tempo”.

KURTIC: “Non sono arrabbiato per il risultato, perchè alla fine la squadra nel secondo tempo ha reagito, facendo vedere quelle cose che avremmo dovuto mostrare nel primo tempo, ovvero di essere meno timidi, prendere la palla, tenerla, creare occasioni. Nel secondo tempo abbiamo avuto più la palla, eravamo più sicuri, concreti; poi abbiamo preso un gol su palla inattiva che non sarebbe dovuto accadere. Il punto in situazioni come queste dobbiamo tenercelo stretto e portarlo a casa.
Per me il Parma non merita questa posizione, non dobbiamo guardarci troppo intorno, perchè siamo noi quelli che scendiamo in campo, non è colpa nè dell‘allenatore o della società e nessun altro, siamo noi i responsabili quando scendiamo in campo, se siamo in questa posizione la responsabilità è mia come di tutta la squadra, ma siamo uniti come lo siamo sempre stati, ci stiamo allenando sempre al massimo e speriamo di arrivare a quella vittoria che può farci fare un salto in avanti”.

INZAGHI: “Temevo questa partita, una gara complicata contro una squadra che non merita l’attuale classifica. I miei ragazzi sono stati molto bravi, siamo andati in vantaggio senza mai soffrire, ma non l’abbiamo chiusa e loro hanno fatto cambi importanti; Dispiace prendere gol negli ultimi minuti. Il nostro sogno si avvicina sempre più, con quell’umiltà di lottare su ogni pallone”.

 

L'articolo D’AVERSA: «Carattere e errori». Kurtic: «La responsabilità è nostra» proviene da SportParma.