Privacy | Cookie policy        
HOMESerie BKT 2021/22CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2020/2021 2019/2020 2018/2019 2017/2018 2016/2017 2015/2016 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
La contestazione della curva Nord: Testa bassa e pedalare

Dopo Lecce ecco un’altra contestazione al triplice fischio finale.

E’ successo anche oggi contro il Cosenza, durante e dopo lo scialbo e fortunoso 1-1 contro i calabresi (leggi qui). La curva Nord dello stadio Tardini, come il resto dello stadio (tranne il settore ospiti dove c’erano 1.300 tifosi rossoblu) ha sostenuto la squadra di Maresca fino a pochi minuti dalla fine, sebbene il secondo tempo sia stato indecente, sotto tutti i punti di vista.

Ma prima del triplice fischio finale e del clamoroso errore davanti al portiere di Gerbo che avrebbe spedito il Parma all’inferno, in curva Nord i “Boys 1977” hanno esposto uno striscione eloquente: “Possesso palla, manager, progetto decennale: testa bassa e pedalare“.
Un messaggio chiaramente rivolto alla società del presidente Krause. Il clima attorno al Parma sta peggiorando col passare delle settimane, sebbene ieri il tifo organizzato abbia sostenuto la squadra durante la rifinitura a Collecchio e durante l’ultima puntata di PARMATALK abbia ribadito il concetto di “restare uniti”. Ma evidentemente l’ultima prestazione, che fa seguito al disastro di Lecce di quindici giorni fa, ha peggiorato la situazione, tant’è che a¬†fine gara un gruppo di tifosi si è radunato all’esterno del Tardini gridando “vergogna” e altre offese ai giocatori crociati che lasciavano lo stadio in pullman.
Per la cronaca: gli spettatori di oggi al Tardini erano 6.137, mille in più rispetto all’ultima gara casalinga contro il Vicenza (5.116).