Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘AVERSA: Cerchiamo continuità ma non è facile a causa degli infortuni
D’AVERSA:

La solita emergenza, i recuperi di Gervinho e Sprocati, il modulo tattico, l’attesa di Ceravolo e il Sassuolo dell’amico De Zerbi. Sono gli argomenti affrontati nel primo pomeriggio da mister D’Aversa, nella consueta conferenza pre gara del sabato. Ecco le sue parole:

INFORTUNATI: “In settimana si è fatto male Sierralta, che non è convocato assieme a Bruno Alves, nel frattempo recuperiamo Gervinho insieme a Sprocati. Entrambi hanno fatto allenamento interamente con la squadra oggi e in parte ieri, andranno valutati”.

IL MODULO: “Abbiamo 6 difensori a disposizione ma indipendentemente dal sistema è l‘atteggiamento che è importante; contro una squadra forte come il Torino siamo scesi con la mentalità di portare a casa il risultato. Domani dovremo cercare di dare continuità, che non è sempre facile a causa degli infortuni, ma l‘obiettivo nostro è appunto la continuità a livello di prestazione”.

IL SASSUOLO: “La classifica dice che loro sono due punti avanti, cercheranno la rivincita rispetto all‘andata e di chiudere prima di noi il discorso salvezza. Analizzando le ultime gare del Sassuolo, soprattutto contro Chievo e Lazio, sono diventati più pratici, non puntano più al predominio del possesso palla.
Il Sassuolo come sistema di gioco, a seconda degli attaccanti schierati dagli avversari, può scendere in campo con il 3-4-2-1 che diventa 3-5-2 in fase difensiva se si schierano due attaccanti, oppure con 4-3-3 come credo faranno domani”.

CERAVOLO: “Si sta vedendo quanto è convinto di dare il proprio contributo, questa Serie A se l‘è sudata sul campo lo scorso anno dopo diverse battaglie; dispiace per l‘assenza di Inglese ma Fabio ha l‘opportunità di poter dare il proprio contributo in questa categoria, per orgoglio e senso di appartenenza considerando le ultime prestazioni lo sta dimostrando: in settimana ha avuto un problema alla schiena, si è fermato ma ha fatto di tutto per esserci, così come contro il Torino e a Frosinone è sceso in campo nonostante la condizione fisica: solo per questo è un ragazzo che va elogiato”.