Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Gervinho scappa Castrovilli lo riprende: tra Fiorentina e Parma è 1-1
Gervinho

Un pareggio per riprendere il cammino dopo la sconfitta interna col Verona. Ma, come è successo nelle ultime due partite di campionato, al Parma resta l’amaro in bocca, perché dopo il vantaggio di Gervinho nella ripresa i gialloblù si sono abbassati troppo e hanno concesso campo alla Fiorentina, fino al pareggio di Castrovilli.
Resta comunque la buona prova del Parma che convive con una grossa emergenza infortuni, ma che ha confermato di avere qualità e potenzialità per giocarsela contro gran parte delle avversarie di questa serie A.

Il Parma parte forte, meglio dei Viola. Il primo pericolo al 10′: cross di Karamoh che pesca Hernani sul secondo palo, stop a seguire e tiro, alto. Tre minuti dopo Gervinho (oggi capitano) lanciato a rete viene fermato da un prodigioso intervento in uscita di Dragowski.
Poi la gara si blocca fino al 40′ quando Kucka recupera palla su Chiesa, vede Gervinho solo sulla sinistra e lancia lungo: l’ivoriano addomestica il pallone, entra in area e con un tocco sotto inganna il portiere in uscita e firma il vantaggio (0-1).
La Fiorentina si vede solo al 9 della ripresa con un tiro di Boateng fuori di poco alla destra di Sepe. Il Parma cala, soffre sugli esterni e non spinge più come prima, eppure al 12′ va vicinissimo al raddoppio con un’azione simile a quella del primo gol: Gervinho resiste alla carica di Ranieri e calcia un rasoterra forte che il portiere respinge.
Passano 9 minuti e arriva il pareggio: cross di Dalbert dalla sinistra, Pezzella è ritardo e Castrovilli colpisce indisturbato di testa per l’1-1. Il gol galavanizza la Fiorentina ma a parte due conclusioni centrali da fuori area di Pulgar (parate da Sepe) non succede più nulla. Pareggio giusto, ma l’amaro in bocca resta.

FIORENTINA – PARMA 1-1
reti: 40′ pt Gervinho, 22′ st Castrovilli

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski, Milenkovic, Badelj, Ranieri, Castrovilli, Boateng (40′ st Pedro), Ghezzal (9′ st Vlahovic), Venuti, Chiesa, Dalbert, Pulgar.
A disposizione: Terracciano, Sottil, Cristoforo, Eysseric, Ceccherini, Lirola, Benassi, Zurkowski, Hasmussen, Terzic. All. Montella
PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella (24′ st Barillà); Kucka, Scozzarella, Hernani; Karamoh (29′ st Sprocati), Kulusevski (38′ st Gagliolo), Gervinho.
A disposizione: Colombi, Alastra, Cornelius, Brugman, Camara. All. D‘Aversa
Arbitro: Pairetto di Nichelino
Note: Spettatori 32.479 (28.026 abbonati, 279 ospiti). Calci d‘angolo 5-2. Ammoniti: Pezzella, Kucka, Dalbert, Pulgar. Recupero: 1‘pt, 4‘st.

 

(Foto Twitter Parma Calcio 1913)