Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Sala stampa: il commento di D‘Aversa Gazzola e Lucarelli dopo Parma-Livorno
Sala

I commenti dei due tecnici, Roberto D’Aversa e Cristiano Lucarelli, oltre al rientrante Marcello Gazzola, al termine dell’amichevole tra Parma e Livorno terminata 1-1 (leggi qui).

D’AVERSA: “Era una gara che serviva a dare minutaggio. Non mi è piaciuta molto l‘intensità mostrata nel primo tempo, ma era una giornata molto calda e c‘erano inoltre i carichi di lavoro della settimana da tenere in conto. Nel secondo tempo abbiamo mostrato la voglia di riprendere la partita e anche di vincerla, anche se contro una squadra di una categoria inferiore.
Bastoni è un giovane di prospettiva, è un classe ’99 e dobbiamo dargli le giuste responsabilità, pur avendo caratteristiche importanti. Viene dall‘Atalanta dove ha lavorato con Gasperini, è giovane ma è uno con la testa sulle spalle.
infortunati? Ciciretti ci auguriamo possa inserirsi in settimana con il gruppo, Gazzola si è reinserito e ha giocato tutta la partita.
I complimenti per come abbiamo giocato finora li accettiamo fino a un certo punto, i ragazzi sono i primi a sapere che dobbiamo fare punti, c‘è rammarico per non averne portati a casa soprattutto dopo le prestazioni contro Udinese e Juventus”.

GAZZOLA: “Sono contento di essere rientrato in squadra da qualche settimana. E‘ normale che, per trovare la condizione migliore, io abbia bisogno di un po‘ di tempo. Il ritmo della partita è veramente allenante. Questi impegni, a chi come me rientra da infortuni, aiutano tantissimo per trovare l‘intensità e la brillantezza che servono nelle gare ufficiali.
Il campionato è ancora lungo. Siamo solo alla terza giornata d‘andata. La partita in trasferta a Milano contro l‘Inter sarà diversa da quella con la Juventrus, perchè innanzitutto non la disputiamo sul nostro campo, davanti al nostro pubblico. I nostri tifosi con la Juve sono stati grandissimi. Ci hanno supportato e spinto dal primo all‘ultimo minuto a fare quasi un‘impresa.
Credo che vincere aiuti a vincere. Se si riesce a vincere la partita giusta, poi viene tutto di conseguenza”.

LUCARELLI: “Ho avuto buone indicazioni contro un avversario importante, abbiamo sempre provato a giocare la palla, senza buttarla. Il Parma, quando recupererà i suoi giocatori importanti, ha buone possibilità di salvarsi. Se la giocherà con altre 5-6 squadre. Sono contento del percorso fatto da mio fratello Alessandro qui a Parma. Lui nasce come leader. Personalmente sono contento di averlo contribuito a portarlo a Parma. Purtroppo in giro non vede degli eredi, soprattutto a livello caratteriale; Ale e Buffon, ad esempio, sono stati gli ultimi leader. Oggi i social hanno cambiato tutto: per un commento di un tifoso un calciatore ci rimane male per 2 mesi”.