Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
CONTE: Parma in salute Gervinho può essere letale
CONTE:

Dal Centro Sportivo Suning, ad Appiano Gentile, la conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Inter-Parma.

IL PARMA: “E’ in un ottimo momento di forma, è una squadra in salute. Dovremo fare attenzione a non lasciare troppo campo alle loro ripartenze, perché hanno giocatori veloci e letali come Gervinho, ad esempio. Dal nulla ti possono tirare fuori qualcosa di velenoso. Il Parma è una squadra compatta, forte e ben allestita”.

SFIDA SPECIALE: “Per me sarà speciale sfidare la squadra del direttore sportivo Faggiano e di D’Aversa: con Roberto abbiamo un ottimo rapporto fin dai tempi di Siena, siamo amici e sono molto contento che stia facendo bene”.

STANCHEZZA: “È tosto tornare in campo così a ridosso del match giocato mercoledì. Ma è un momento in cui dobbiamo fare di necessità virtù. Abbiamo un allenamento da fare, voglio parlare con i medici, fare valutazioni attente. Ci prepariamo anche con l’ausilio dei video e nel frattempo proviamo a recuperare energie fisiche e nervose. Siamo pronti a dare battaglia in un match difficile, ma ci appelliamo anche al calore di San Siro: il pubblico è stato fondamentale con il Borussia Dortmund, speriamo ci possa trascinare anche con il Parma”.

INFORTUNIO SANCHEZ: “Purtroppo si è fatto male Alexis, una perdita notevole per noi, e a quel punto abbiamo lanciato Esposito. Sebastiano ha fatto tutto il precampionato con noi, ha fatto bene come centravanti nelle amichevoli estive. La rosa è questa, speriamo che Alexis recuperi bene e in fretta, poi faremo le valutazioni con la società”.

LA DIFESA: “La squadra sta assimilando concetti e situazioni. I difensori sanno che devono prendersi questo tipo di incombenze, De Vrij è bravissimo ma anche Godin ha già avuto modo di servire un assist”.

ANIMA ITALIANA: “La rosa è costruita con l’intento di puntare su giocatori forti e affidabili. Che siano italiani o stranieri, non importa. È comunque importante avere un’anima italiana. Handanovic, ad esempio, lo considero italiano: ha una mentalità italiana avendo giocato nel nostro paese da tanto tempo. È importante avere dei calciatori che aiutino nell’inserimento i compagni arrivati dai campionati stranieri”.