Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Quando il chiacchiericcio è incontrollabile
Quando

Il chiacchiericcio continua inesorabile, sui social network, nei bar, su Whatsapp e nei posti più impensabili. Tutti a chiedersi come e perchè Parma-Ancona sia finita sotto la lente di ingrandimento dei magistrati (e non solo) e come sia possibile che, sabato scorso a Bassano (seconda sconfitta consecutiva), la squadra non abbia avuto la forza di reagire dopo i veleni degli ultimi giorni. Una valanga di sospetti su giocatori e squadra, ma anche di difese ad oltranza verso il Parma e i suoi interpreti. Intanto sul web (un po’ ovunque) continuano a circolare le foto delle ricevute di scommesse vincenti su Parma-Ancona, alcune delle quali con il risultato esatto (0-2). Scommesse da 10, 20 e 30 euro giocate non solo a Pozzuoli e dintorni. Su questo argomento pare che il club crociato sia sia rivolto alla polizia postale per risalire all’identità degli “scommettitori” e capire perché stiano continuando a diffamare il Parma.
Voci incontrollate e accuse ai giocatori infondate, tutte senza uno stralcio di prova o verifica. Solo illazioni e ulteriori veleni, un classico del made in Italy, che minano la credibilità di un spogliatoio e di un intero campionato. Fermarle non è cosa semplice, ai limiti dell’impossibile, intanto le indagini dei carabinieri di Napoli riprenderanno nelle prossime ore, dopo la sosta pasquale. E la speranza è che che nel giro di poco tempo si possa arrivare a conoscere un briciolo di verità, per dissipare nubi e sospetti che rischiano di travolgere il Parma a poche settimane dall’inizio dei playoff. Indagini che, inoltre, mirano a verificare l’esistenza di un collegamento tra Parma, Ancona e Napoli.
E’ bene ricordarlo, al momento non ci sono indagati e/o sospettati, ma il flusso anomalo di scommesse e vincite (quasi tutte sotto i 3mila euro) hanno fatto raddrizzare le antenne degli inquirenti e dell’Antimafia, perchè tra le tante piste che si stanno seguendo c’è anche quella del riciclaggio di denaro sporco da parte di clan collegati alla camorra.
La valanga di fango continua…

L'articolo Quando il chiacchiericcio è incontrollabile รจ condiviso da SportParma.