Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘Aversa: Abbiamo concesso solo un tiro. Calaiò e Siligardi: Restiamo qui
D’Aversa:

Il commento post partita di Parma-Novara (3-0) affidato alle parole di D’Aversa, Calaiò e Siligardi.

D’AVERSA: “Devo fare i compimenti ai ragazzi perchè hanno interpretato la partita nei migliore dei modi, pur avendo cambiato qualcosa sotto l‘aspetto tattico. In fase di possesso abbiamo fatto in modo di costruire in superiorità numerica, con tre difensori contro due attaccanti, per poi sfruttare le caratteristiche di ogni singolo giocatore e invitando i tre attaccati a lavorare in maniera più stretta, interpretando la fase difensiva in maniera migliore rispetto alle altre gare.
Siligardi? Ho detto alla squadra che mai come in questa settimana la formazione l‘avrebbero fatta i ragazzi con gli allenamenti, ho valutato alcune situazioni nelle quali ho visto bene Luca, considerando anche che Insigne può essere determinante quando subentra allo stesso modo di quando gioca dall‘inizio.
Io porto rispetto per tutti, non parlo mai di scelte arbitrali. Io guardo in casa mia, credo che oggi non ci sia stata partita sotto l‘aspetto del gioco, abbiamo concesso un tiro su punizione perchè stiamo stati ingenui a regalarlo.
Se analizziamo la partita credo che i ragazzi abbiano fatto meglio in undici contro undici, quando hanno cercato la giocata con semplicità e personalità, piuttosto che quando in superiorità numerica.
Gazzola ha fatto un ottimo esordio, come anche aveva fatto bene Mazzocchi fino a un certo punto contro la Cremonese sebbene avesse saltato le due gare precedenti: sono due calciatori importanti con caratteristiche simili sotto certi aspetti, magari uno è più esperto e l‘altro ha più gamba e facilità di corsa, poi dipende anche dalla partita”

CALAIO’: “Era importante dare un segnale, dimenticare l‘ultima sconfitta e andare avanti. Siamo contenti, perché abbiamo passato una settimana non bellissima, e quindi con questa vittoria possiamo preparare la partita di Brescia con più serenità. Siligardi oggi ha fatto una grande partita, e se lo merita. Il Mister gli ha dato un premio perché l‘ha visto bene in queste ultime settimane.
Recuperare Ceravolo è importante, fondamentale.
il gruppo è unito, siamo una grande squadra, una grande rosa, un gruppo ottimo sia fuori che dentro al campo. Poi saranno Mister e Direttore che decideranno se puntellare qualcosa. Noi però abbiamo dato un segnale importante, soprattutto i vecchietti come me, Munari e Lucarelli: abbiamo dimostrato che ci siamo sempre.
Io non ho mai chiesto di andare via, e ho sempre detto che voglio finire il mio progetto iniziato a Parma. Le voci ci sono, sappiamo il giro di punte com‘è, fa sempre piacere avere richieste, perché se ti cercano squadre così importanti qualcosa di buono hai fatto, ma io voglio rimanere a Parma perché sto benissimo. Voglio vincere con il Parma, quello che ho detto il primo giorno che sono arrivato”.

SILIGARDI: “Oggi dovevamo riscattarci dalla partita di Cremona, dove abbiamo preso gol all‘ultimo quando invece si poteva portare a casa il pareggio. Abbiamo dato un segnale forte, ci siamo e scendiamo sempre in campo per vincere.
La maglia da titolare? Per me è stata un po‘ una sorpresa, visto che sono qui voglio dare il mio contributo, ho avuto alcuni problemi nel girone d‘andata però sono qui e mi sono sempre allenato al massimo per dare una mano a far fare il salto di qualità alla mia squadra.
Il mercato? Non ci ho pensato, ho letto qualcosa, ma non ne so niente. La mia unica idea è di restare a Parma e sono contento di essere qui. I primi mesi di campionato sono stati duri per me, ho fatto prestazioni buone ed altre negative, ma ho sempre avuto la possibilità di riscattarmi, quando c‘è un compagno di reparto che fa meglio è giusto farsi da parte, ne ho preso atto, ci può stare, ma sono un professionista e ho sempre cercato di dare il massimo per meritarmi una maglia.

 

(Nella foto l’esultanza dopo il gol del 2-0 di Calaiò – Foto Lorenzo Cattani)

 

L'articolo D’Aversa: “Abbiamo concesso solo un tiro”. Calaiò e Siligardi: “Restiamo qui” รจ condiviso da SportParma.