Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘Aversa: Lotta sudore e voglia di rivincita
D’Aversa:

Sincero, razionale e stimolante. E‘ il discorso di Roberto D‘Aversa pronunciato nel primo pomeriggio dalla sala stampa del Centro Sportivo, alla vigilia della delicata sfida contro il Perugia. Prima di rispondere alle domande dei giornalisti presenti, il tecnico del Parma ha voluto srotolare una pergamena piena di concetti e osservazioni.
“Vorrei partire dal coro dei tifosi nel post Brescia; i tifosi vogliono vedere gente che lotta e suda la maglia. Nelle ultime due trasferte abbiamo dato questa sensazione… Nell‘ultima partita, nei momenti di difficoltà la squadra ha perso il 70% dei duelli. E‘ chiaro che tutti ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che questo non deve succedere più.
Il secondo capitolo riguarda il sistema di gioco più comunemente definito modulo tattico: Questa squadra ha le potenzialità per giocare con qualsiasi sistema di gioco, contro qualsiasi sistema di gioco. Ma, come ripeto sempre, non sono importanti i numeri e i moduli, ma l‘interpretazione, la determinazione e la voglia di portare a casa il risultato. A tutto questo va aggiunto il lavoro settimanale che ci porta a fare un determinato percorso.
Siamo partiti come una neo promossa - continua D‘Aversa -, abbiamo cambiato molti giocatori e abbiamo avute diverse difficoltà all‘inizio, anche ad inculcare certi automatismi ai nuovi arrivati.
Dopo la sconfitta con il Pescara, però, abbiamo inanellato vittorie e risultati positivi e siamo arrivati in testa alla classifica. A gennaio è successa un po‘ la stessa cosa: abbiamo cambiato molto e stiamo vivendo le stesse difficoltà delle prime giornate del girone d‘andata.
Capisco che l‘ambiente ha vissuto momenti bellissimi di calcio, on successi internazionali, quindi questi momenti di difficoltà si digeriscono malamente. Ma bisogna avere equilibrio. Ci sono stati degli errori anche da parte nostra, ma dagli errori si esce fuori tutti insieme.


Chiariti questi concetti, D‘Aversa ha risposto alle domande dei giornalisti, facendo il punto della situazione alla vigilia della gara interna col Perugia, dove mancheranno Scozzarella, Siligardi e Vacca. Ecco le sue parole:

LA DETERMINAZIONE: La determinazione deve trasmetterla anche l‘allenatore. Col Brescia siamo venuti meno nei momenti difficili. A me non piace creare alibi, ma siamo consapevoli tutti quanti degli degli infortuni che abbiamo avuto. A me piace lavorare e pensare a quello che ho a disposizione.

GLI ASSENTI: Tra i convocati non ci sono Scozzarella, Siligardi e Vacca. Siligardi lunedì deve fare una scelta di vita, dovrebbe andare in Giappone. Scozzarella nelle ultime due settimane ha fatto 2-3 allenamenti. Vacca è squalificato.

LA SCONFITTA DELL‘ANDATA: Nell’affrontare la partita ho detto ai ragazzi di ricordarsi della sconfitta dell‘andata. Mi auguro che i miei abbiamo voglia di rivincita. Mi aspetto un Perugia col 3-5-2, hanno qualche assenza ma non ci deve condizionare. Non ce lo possiamo permettere, perché non possiamo sottovalutare nessuno.

LA CONDIZIONE DI CERAVOLO: Sta migliorando molto, la condizione mentale conta molto e il gol lo ha aiutato. Ieri è uscito anzitempo per un problemino, ma si è allenato regolarmente. Per lui bisogna fare valutazioni giorno per giorno.

MUNARI RECUPERATO: Munari ha salto primi due allenamenti, poi ha recuperato.

LE CRITICHE: Le critiche è normale che ci siano. Un allenatore deve fare sempre autocritica e avere equilibrio. Ripeto, i tifosi vogliono vedere la squadra giocare col cuore e sudare la maglia. Il pubblico di Parma è molto esigente, ma ha anche dimostrato di avere un senso di appartenenza. I giocatori sono i primi consapevoli che non è stato fatto di tutto… Ma i primi a voler uscire fuori da questa situazione sono loro.

 

L'articolo D’Aversa: “Lotta, sudore e voglia di rivincita” è condiviso da SportParma.